Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipi Suspend isse ultrices hendrerit nunc vitae vel a sodales. Ac lectus vel risus suscipit venenatis.

Cerca

Box Grosseto e la Maremma: Terre di Talamo

In questo paradiso di vigneti, su un’altura da cui il mare si osserva in tutta la sua lucentezza, non si vorrebbe mai venir via. Siamo in una proprietà di oltre 300 ettari, dove durante le stagioni estive la pioggia non si vede praticamente mai e il sole riscalda gli acini con una continuità sorprendente.

Marco Bacci, imprenditore vitivinicolo, ci svela con fierezza quanto il sogno di produrre il Morellino di Scansano fosse un progetto che partisse da lontano e che oggi a distanza di vent’anni contribuisce ad aumentare la soddisfazione dei consumatori così come del produttore. La particolarità del terreno ci colpisce in maniera particolare, costituito da un’infinità di sassi ed argilla. Questo elemento, assieme alla vicinanza del mare e al clima quasi sempre soleggiato arricchisce il vino di una sapidità più marcata.

E’ appena terminata la vendemmia e le foglie delle viti cominciano ad assumere un colore tendente al giallo: “quest’anno abbiamo avuto meno quantità, ma siamo sicuri che la qualità sarà più alta del solito: guardate qui!”, ci dice Marco indicando la cisterna con il vino che viene fatto defluire in un contenitore, dal buon profumo e dal color rosso rubino. Passiamo in rassegna le vigne in prossimità del casolare, prima di salire ancora più su, verso il punto più alto della proprietà: da qui ammiriamo il panorama fino all’Argentario da una parte e sino alla Rocca di Talamone dall’altra. E’ un luogo davvero speciale. E realizziamo che il Morellino di Scansano, che nasce tra l’entroterra e il mare della Maremma, assorbe nel suo gusto tutta la bellezza di queste terre, le Terre di Talamo.